Chi siamo

ISRE, Istituto Superiore Internazionale Salesiano di Ricerca Educativa è un’Associazione costituita nel 1990,
oggi riconosciuta dalla Regione Veneto e conta tra i suoi soci l’Ispettoria Salesiana San Marco, l’Associazione Donboscoland, la Federazione Cnos-Fap Veneto.

ISRE
ISRE si ispira ai valori evangelici e alla tradizione educativa salesiana con particolare attenzione al mondo dei giovani e a quanti si occupano della loro educazione e formazione. Opera soprattutto nel campo educativo, organizzando attività di studio e ricerca, formazione dei formatori, corsi di alta qualificazione, anche attraverso programmi che permettono la conoscenza e la sperimentazione di esperienze innovative e buone pratiche a livello nazionale e internazionale.
LA NOSTRA FORZA
L’attenzione ai giovani e la loro crescita, rappresentano per ISRE il target di riferimento sia per quanto riguarda le attività che direttamente li coinvolgono, sia per quanto riguarda attività dedicate a formatori, insegnanti, educatori e operatori del sociale che vedono nei giovani un destinatario indiretto. Il sistema preventivo di don Bosco, l’attenzione alle domande poste dai giovani e il dialogo sono elementi ispiratori sia nella prassi di studio che di formazione. Il dialogo con le istituzioni e i Centri di Formazione professionale, la collaborazione con altri Centri di ricerca e formazione, la sinergia con quanti operano nel settore dell’educazione e della formazione e ricerca sono punti di riferimento essenziali per il gruppo dirigente e per quanti accettano di collaborare per il raggiungimento delle finalità istituzionali.
COLLABORAZIONE E SINERGIA

ISRE opera a stretto contatto con lo IUSVE, Istituto Universitario Salesiano di Venezia, con cui ha avviato collaborazioni e sinergie, fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

L’ISRE è inoltre ente formativo accreditato dalla Regione Veneto nell’ambito della formazione continua, e ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato dalla Regione Veneto con decreto 22 del 10 febbraio 2017.